Risultati nell'archivio di nichivendola.it per: Ottobre 2010
29 Ottobre 2010, 11:10

Basta con la sinistra di Zelig

Pubblichiamo una lunga intervista a Nichi a firma di Angela Mauro, apparsa oggi su Gli Altri. L'intervista riguarda il Congresso di Sinistra Ecologia Libertà e le prospettive politiche della sinistra in Italia.

Leggi l'articolo

29 Ottobre 2010, 11:10

Basta con la sinistra di Zelig

Pubblichiamo una lunga intervista a Nichi a firma di Angela Mauro, apparsa oggi su Gli Altri. L'intervista riguarda il Congresso di Sinistra Ecologia Libertà e le prospettive politiche della sinistra in Italia.

Leggi l'articolo

29 Ottobre 2010, 10:49

L'orecchino? Altri hanno anomalie più gravi

Pubblichiamo un lungo dialogo fra Nichi e Denise Pardo, apparso oggi su L'Espresso. L'orecchino indossato da Nichi è il punto di partenza di un discorso sull'Italia, sulla sua classe dirigente e sugli italiani, che sono molto diversi e più secolarizzati rispetto a come vengono dipinti dai media.

Leggi l'articolo

29 Ottobre 2010, 10:49

L'orecchino? Altri hanno anomalie più gravi

Pubblichiamo un lungo dialogo fra Nichi e Denise Pardo, apparso oggi su L'Espresso. L'orecchino indossato da Nichi è il punto di partenza di un discorso sull'Italia, sulla sua classe dirigente e sugli italiani, che sono molto diversi e più secolarizzati rispetto a come vengono dipinti dai media.

Leggi l'articolo

28 Ottobre 2010, 14:10

Con i lavoratori del cinema

Esprimo il mio sostegno e la mia solidarietà ai lavoratori del mondo del Cinema che hanno occupato la Casa del Cinema a Roma e che in queste ore stanno protestando contro lo smantellamento di una delle più grandi industrie del paese, con i suoi 300.000 lavoratori. Il disegno del governo Berlusconi, portato a compimento dal suo braccio armato Tremonti e dai suoi assistenti Bondi e Gelmini, è quello di annullare tutte le forme di cultura di qualità in Italia. E dopo la ricerca, la scuola e l’università, è la volta dell’industria del cinema e della fiction. I tagli indiscriminati al Fondo Unico per lo Spettacolo e il mancato rifinanziamento delle misure di tax credit e di tax shelter, ovvero una forma di agevolazione fiscale per chi produce cinema e cultura, stanno mettendo in ginocchio un settore fondamentale per lo sviluppo del paese e stanno affamando centinaia di migliaia di lavoratori e le loro famiglie.

E d’altra parte erano stati chiari i messaggi di noti esponenti del governo, nei mesi scorsi. Brunetta aveva parlato di "culturame" riferendosi al cinema italiano; da ultimo il ministro Tremonti aveva tuonato "fatevi un panino con Dante Alighieri", incalzato dalle domande circa i tagli all’Università.
Sono passati dalle parole ai fatti.

Questo governo ritiene che l’investimento in cultura sia non redditizio, un po’ superfluo e parassitario; mentre investire nella cultura e nel cinema è uno degli strumenti più potenti e immediati per contribuire allo sviluppo del paese e uscire prima e meglio dalla crisi. Un popolo senza cultura è un popolo non libero, imbarbarito, privo di consapevolezza.

E allora è necessario ascoltare le richieste dei lavoratori del cinema: è urgente rifinanziare il Fondo per lo Spettacolo, come è urgente garantire la disciplina della tax credit. Inoltre è indispensabile rompere il duopolio televisivo Rai-Mediaset che strangola autori, produttori e maestranze, assorbendo la maggior parte dei ricavi commerciali e pubblicitari delle produzioni, lasciando i lavoratori in balia delle dinamiche di mercato.

Per tutti questi motivi è doveroso rilanciare le attività cinematografiche e culturali nel nostro paese; per tutti questi motivi sono convinto che la protesta dei lavoratori del cinema sia sacrosanta e abbia a che fare con il futuro e la difesa dell’Italia migliore.

Precedenti

Sostienici con una donazione

Dona

Iscriviti alla newsletter

Contatti

SEL

via Arenula, 29
00186 Roma
TEL. +39 06 44700403
FAX. +39 06 4455832
selnazionale@sxmail.it

Email

Redazione
redazione@nichivendola.it

Link

Sinistra Ecologia Libertà
www.sinistraecologialiberta.it