Risultati nell'archivio di nichivendola.it per: Gennaio 2011
31 Gennaio 2011, 12:22

Cagliari, esempio di buona politica

Massimo Zedda, 35enne candidato di Sinistra Ecologia Libertà, ha vinto ieri sera le primarie del centrosinistra di Cagliari. E' stata una giornata importante, non solo per Cagliari e per la Sardegna. E' stata una giornata importante per tutta l'Italia. Ogni volta che nel nostro paese assistiamo a forme di democrazia partecipata, reale, diretta, genuina, viviamo un passaggio importante, una nuova tappa di avvicinamento a quel cambiamento che cerchiamo con forza, con decisione. Ed è questo il dato politico più importante, a mio avviso, il reale portato del momento delle primarie, al di là di chi poi vince.

Abbiamo la necessità di ricostruire trame di buona politica e abbiamo il dovere di farlo con le persone, all'aria aperta e non chiusi in stanze in cui non risuonano le domande di partecipazione e di cambiamento. Il momento politico che stiamo vivendo, la crisi economica e sociale che continua a tirare fendenti, pongono interrogativi importanti alla classe dirigente, soprattutto del centrosinistra. E noi dobbiamo avere il coraggio di incontrare queste domande e di fornire risposte convincenti e autorevoli.

Un primo momento sono sicuramente le primarie. E allora complimenti e auguri a Massimo Zedda, alla città di Cagliari e a tutti coloro che in queste primarie si sono impegnati, dando un chiaro esempio di buona politica.

 

 

31 Gennaio 2011, 12:22

Cagliari, esempio di buona politica

Massimo Zedda, 35enne candidato di Sinistra Ecologia Libertà, ha vinto ieri sera le primarie del centrosinistra di Cagliari. E' stata una giornata importante, non solo per Cagliari e per la Sardegna. E' stata una giornata importante per tutta l'Italia. Ogni volta che nel nostro paese assistiamo a forme di democrazia partecipata, reale, diretta, genuina, viviamo un passaggio importante, una nuova tappa di avvicinamento a quel cambiamento che cerchiamo con forza, con decisione. Ed è questo il dato politico più importante, a mio avviso, il reale portato del momento delle primarie, al di là di chi poi vince.

Abbiamo la necessità di ricostruire trame di buona politica e abbiamo il dovere di farlo con le persone, all'aria aperta e non chiusi in stanze in cui non risuonano le domande di partecipazione e di cambiamento. Il momento politico che stiamo vivendo, la crisi economica e sociale che continua a tirare fendenti, pongono interrogativi importanti alla classe dirigente, soprattutto del centrosinistra. E noi dobbiamo avere il coraggio di incontrare queste domande e di fornire risposte convincenti e autorevoli.

Un primo momento sono sicuramente le primarie. E allora complimenti e auguri a Massimo Zedda, alla città di Cagliari e a tutti coloro che in queste primarie si sono impegnati, dando un chiaro esempio di buona politica.

 

 

31 Gennaio 2011, 11:12

Nessuna strana alchimia

Vi proponiamo un'intervista di Nichi, pubblicata da Repubblica, a firma di Giovanna Casadio.

Nell'intervista Nichi risponde alla proposta di D'Alema, bocciando le alchimie di palazzo. La creazione di una alternativa reale al berlusconismo e le urne sono l'unica soluzione.

Leggi l'intervista

31 Gennaio 2011, 11:12

Nessuna strana alchimia

Vi proponiamo un'intervista di Nichi, pubblicata da Repubblica, a firma di Giovanna Casadio.

Nell'intervista Nichi risponde alla proposta di D'Alema, bocciando le alchimie di palazzo. La creazione di una alternativa reale al berlusconismo e le urne sono l'unica soluzione.

Leggi l'intervista

29 Gennaio 2011, 17:12

Sviluppo sostenibile, equo, democratico

Si sono chiusi oggi ad Agadir in Marocco i lavori della seconda assemblea plenaria di ARLEM, l'assemblea euromediterranea degli enti locali e regionali, alla quale ho partecipato anche come coordinatore della piattaforma EU 2020 sui cambiamenti climatici del comitato delle regioni europeo. L'assemblea ha approvato, all'unanimità, la mia proposta di ospitare la prossima sessione plenaria nella città di Bari il 30 gennaio 2012 e mi ha assegnato il parere sulla relazione tra cambiamenti climatici e desertificazione. In questi mesi sono anche impegnato nella redazione di un parere del Comitato delle Regioni d'Europa sul ruolo degli enti locali regionali nell'uso sostenibile dell'acqua. Sono molto onorato del doppio impegno internazionale affidatomi dalla plenaria di ARLEM e della possibilità di continuare a dare un contributo concreto alla definizione di un modello di sviluppo sostenibile nell'area mediterranea. Dovremo lavorare alla costruzione di una proposta complessiva che, partendo dalla valutazione sui processi in corso di cambiamenti climatici e della desertificazione, sia in grado di intercettare ed affrontare questioni più generali che attengono al diritto di accesso dei popoli alle risorse naturali ed alle modalità con le quali le stesse vengono utilizzate. Per far questo sarà necessario lavorare di concerto con tutti i Paesi coinvolti dalla sponda Sud a quella Nord del Mediterraneo con un approccio dal basso che tenga conto delle specificità di un territorio così vasto e così profondamente diverso. Non si tratta di un lavoro votato alla retorica della politica. Il Mediterraneo, in questo momento storico, deve essere vissuto come luogo di costruzione di pratiche di democrazia, giustizia e pace. Quanto accade in questi giorni in Tunisia, Egitto e Albania ci mette davanti agli occhi una domanda di democrazia e giustizia irrefrenabile e dimostra, ancora una volta, che l'unica strada possibile è quella della cooperazione tra i popoli che metta al centro il tema di uno sviluppo sostenibile, equo e democratico.

Precedenti

Sostienici con una donazione

Dona

Iscriviti alla newsletter

Contatti

SEL

via Arenula, 29
00186 Roma
TEL. +39 06 44700403
FAX. +39 06 4455832
selnazionale@sxmail.it

Email

Redazione
redazione@nichivendola.it

Link

Sinistra Ecologia Libertà
www.sinistraecologialiberta.it