Risultati nell'archivio di nichivendola.it per: Dicembre 2013
11 Dicembre 2013, 18:48

Apprendisti stregoni

Credo che ci dobbiamo ben guardare dagli apprendisti stregoni, che sono quelli che evocano le forze del male e poi non le sanno più controllare.
Quello che si vede in molte città è una dinamica inquietante. Anche in Puglia i forconi sono elementi dell'estrema destra, i gazebo di Forza Italia, insieme a pregiudicati, delinquenti, mafiosi. Diciamo, un'adunata sediziosa di soggetti a rischio. Un conto è un fenomeno rivoltoso che pare avere una precisa regia politica, un conto è il disagio sociale ed economico che riguarda tanta parte dell'Italia.
Un disagio sociale che va ascoltato con attenzione dal governo nazionale, un disagio frutto anche delle scelte sciagurate del governo Berlusconi che hanno portato l'Italia a vivere questa tragedia, e che noi abbiamo contestato, ma a cui anche il governo Monti e il governo Letta non sono stati in grado di dare risposte.
09 Dicembre 2013, 18:41

Legge elettorale e voto

Non lasciatevi suggestionare dall'idea che io e Sinistra Ecologia Libertà si possa stare al governo con Berlusconi e Grillo per fare legge elettorale: è fantapolitica.
A febbraio, dopo le elezioni, sono stato il primo a proporre un governo di scopo per varare la riforma della legge elettorale e tornare al voto, perché pensavo e penso che la situazione di crisi in cui vive l'Italia, la palude in cui è precipitato il nostro Paese, non hanno avuto una risposta adeguata né dal governo Monti né dal governo Letta. L'immagine che vedo è quella di un Paese che continua a sprofondare.
Per questo penso che si debba fare la riforma elettorale e subito dopo tornare al voto.
06 Dicembre 2013, 11:13

Ciao Madiba!

Grande vecchio, meraviglioso maestro di libertà, eroe moderno e icona di tutte le rivolte. C'è un Nelson Mandela che non morirà mai. Nichi.
05 Dicembre 2013, 11:09

Uno schiaffo ai populismi

La Corte Costituzionale ha fatto un'opera santa: certi populisti d'Italia che si apprestavano a cavalcare il porcello selvaggio per raggiungere i propri obiettivi, sono stati scalzati dal maiale. E' accaduto che la Corte Costituzionale ha bocciato due ingredienti particolarmente scandalosi di quella schifezza che era il sistema elettorale concepito e pensato dalla destra per avvelenare l'Italia, il porcellum. La Corte Costituzionale ha dichiarato che impedire ai cittadini di scegliersi il proprio eletto con il voto di preferenza, non è costituzionale e poi che un premio di maggioranza che ricorda le leggi del fascismo, non è costituzionale. Viva la Costituzione italiana che ci mette al riparo dalle violenze che vengono inferte alla nostra democrazia. Questa sentenza della Corte Costituzionale è uno schiaffo ai populismi e ai populisti, perché è del tutto evidente che un premio di maggioranza abnorme può consentire a una minoranza di guadagnare tutto e attraverso l'assenza dei voti di preferenza può consentire a ristrette oligarchie di selezionare rappresentanze servili. Noi abbiamo bisogno di istituzioni abitate da uomini e donne libere.
03 Dicembre 2013, 13:13

Buona sanità

In Regione Puglia oggi abbiamo presentato un programma di riorganizzazione dei modelli di lavoro nei nostri ospedali che, anche con incentivi intelligenti, possa consentire l’abbattimento delle liste d’attesa. Le "grandi macchine" e i laboratori con apparecchiature radiografiche e diagnostiche, lavoreranno dalle 8 alle 20, con prolungamento fino alle ore 24, per smaltire le liste di attesa, con apertura anche il sabato e la domenica. Un provvedimento lungamente concertato e approfondito che contiene un messaggio molto forte.
Ora che la Regione Puglia esce dal piano di rientro, esce dal territorio più terremotato e torna alla normalità, io non vorrei che qualcuno pensasse di poter tornare ai tempi andati dobbiamo andare avanti con il cambiamento. Abbiamo fatto un cammino lungo e difficile, abbiamo dovuto scalare le montagne, risanare i conti della sanità senza che venisse ferito il diritto ad avere servizi, assistenza e cura da parte dei cittadini e degli ammalati. È stato veramente un tragitto di guerra.
Questo è il momento per ripartire, proprio perchè stiamo per uscire dal cono d’ombra dei tagli, dei contenimenti coatti di una ragioneria feroce che ha falcidiato i nostri conti. È il momento per ripartire non avendo più alibi in termini di ricostruzione di modelli organizzativi, di reingegnirizzazione del sistema, in termini di cambiamento.
In questo quadro la delibera sull’abbattimento delle liste d’attesa è la più strategica di questa fase di riqualificazione del sistema sanitario pugliese.
Non è possibile immaginare che le grandi macchine per la diagnostica lavorino poche ore al giorno e che invece si allunghino le liste dei cittadini che hanno diritto di sapere se hanno una malattia oppure no. È per noi un impegno forte che di giorno in giorno rilanceremo cogliendo tutti gli elementi del sistema sanitario che meritano di essere bombardati da una guerra di cambiamento. Bisogna voltare pagina. Ci stiamo provando con tutte le nostre forze.

Precedenti

Sostienici con una donazione

Dona

Iscriviti alla newsletter

Contatti

SEL

via Arenula, 29
00186 Roma
TEL. +39 06 44700403
FAX. +39 06 4455832
selnazionale@sxmail.it

Email

Redazione
redazione@nichivendola.it

Link

Sinistra Ecologia Libertà
www.sinistraecologialiberta.it