24 Luglio 2014, 15:58

Ricatto? No, legittime prerogative

Trovo francamente sconcertante che si possa definire ricatto l'esercizio legittimo delle prerogative che sono riconosciute all'opposizione dai regolamenti parlamentari.
Fare ostruzionismo non significa essere ricattatori. Certamente non siamo ricattabili. Vogliamo proporre al Governo la possibilità di ragionare seriamente su questioni come il Senato elettivo.
Se si considera il Senato un pezzo di antiquariato, allora si abbia il coraggio di chiudere la storia del bicameralismo e di prevedere l'abolizione del Senato.
Noi abbiamo il diritto di interloquire, quando si tratta di riforme della Costituzione, che non possono essere ridotte al rango di una puntata di Masterchef, dove ci sono alcuni minuti per poter cucinare la ricetta del cambiamento. La Costituzione è la legge fondamentale che tiene in piedi una società e uno Stato. Per cui abbia pazienza il ministro Boschi, impari un pò il rispetto nei confronti delle Istituzioni, delle opposizioni e del Paese.
Noi vogliamo sapere se le istituzioni di domani consentiranno ai soggetti sociali che per esempio oggi hanno protestato davanti a Montecitorio, a partire da una condizione di disagio e di esclusione, di poter esprimere le proprie ragioni.
Se poi  si vuole un Parlamento addomesticato, se si vogliono istituzioni che sono una specie di corolla floreale attorno al sovrano, allora lo si dica. Ma quello noi limpidamente non lo accetteremo.

Sostienici con una donazione

Dona

Iscriviti alla newsletter

Contatti

Sinistra Italiana

via Arenula, 29
00186 Roma
TEL. +39 06 44700403
FAX. +39 06 4455832
info.sinistraitaliana@sxmail.it

Email

Redazione
redazione@nichivendola.it

Link

Sinistra Italiana
http://www.sinistraitaliana.si/